Nuova modifica sulle accise dell’energia elettrica


A soli 4 mesi dall’approvazione del D.M. 30 dicembre 2011 che ha aggiornato la disciplina delle accise sull’energia elettrica dal 01 gennaio 2012, sta per essere approvato il D.L. 16/2012 che modifica ulteriormente la suddetta disciplina.
Oltre alla eliminazione dal 01/04/2012 della addizionale provinciale anche nelle regioni a statuto speciale di cui avevamo dato notizia a fine marzo, in sede di commissione camerale e’ stata approvato una proposta emendativa che integra la precedente versione del decreto.
Le modifiche riassunte di seguito:
– Per i consumi fino a 1.200.000 kWh mensili
1. Sui primi 200.000 kWh mensili viene applicata aliquota di 0,0125 Euro/kWh;
2. Sui consumi che eccedono i primi 200.000 kWh e arrivano fino a 1.200.000 mensili aliquota sarà di 0,0075 Euro/kWh;
– Per i consumi superiori ai 1.200.000 kWh mensili
1. Sui primi 200.000 kWh mensili viene applicata l’aliquota di 0,0125 Euro/kWh;
2. Sui consumi che eccedono i primi 200.000 kWh mensili verrà applicata una imposta fissa a
Attualmente la accisa sulla energia elettrica e’ unica e pari a 0,0121 Euro/kWh per tutti i consumi fino a 1.200.000 kWh mensili mentre per i consumi che superano questo ultimo valore la accisa non viene applicata.
Le conseguenze di questo intervento possono essere così riassunte:
a) un leggero aumento della spesa per le utenze che consumano fino a 200.000 kWh mensili fino ad un massimo di 960 Euro/anno;
b) una riduzione della spesa per le utenze che consumano fino a 1.200.000 kWh mensili fino ad un massimo di 54.240 Euro/anno;
c) Un aumento di 87.840 Euro/anno per le aziende con un consumo mensile che supera 1.200.000 kWh.
La terremo aggiornata in merito alla effettiva applicazione del decreto e in merito ad eventuali modifiche.